Atti Assemblea Generale del Consorzio – 6 Dicembre 2019

L’Assemblea è convocata in sessione ordinaria nella seduta del 6 Dicembre 2019.

 

 

 

Bando di Concorso - Edema Maculare Diabetico

Edema Maculare Diabetico – Bando di Concorso

In esecuzione della deliberazione consiliare n° 121 del 17/9/2019, immediatamente esecutiva, si rende noto che è intenzione di questo Consorzio attribuire una borsa di studio per la durata di un anno per l’avvio del progetto “Edema Maculare diabetico: diagnosi e terapia”, presso U. O. C. Oculistica Area Vasta n. 5 Ascoli Piceno – San Benedetto del Tronto.

Online tutti i bandi del Pacchetto Scuola BIM 2019-2020

Pubblicati nell’apposita sezione tutti i bandi di concorso del Pacchetto Scuola Bim 2019-2020.

Ecco tutti i bandi nel dettaglio:

Nella sezione del sito del BIM “Bandi di concorso”, è possibile consultare e scaricare bandi e materiale per ciascun concorso e progetto dedicato alle scuole e agli studenti del Piceno di pertinenza dell’ente.

pacchetto scuola bim 2019

Premiati gli studenti del Piceno

Si è concluso il Pacchetto Scuola Bim 2018/2019 con la consueta premiazione delle scuole e degli studenti del Piceno. La cerimonia di consegna dei riconoscimenti da parte del Presidente Luigi Contisciani si è svolta questa mattina presso il Teatro Ventidio Basso di Ascoli Piceno alla presenza del sindaco Guido Castelli e delle istituzioni scolastiche. Oltre 150.000 euro per sostenere con convinzione e costanza il mondo scolastico, le famiglie e gli studenti del Piceno con numerose iniziative e progetti riservati ai giovani del Piceno, dalle scuole primarie fino agli studenti universitari.

Un premio speciale, quest’anno, è stato assegnato a Massimiliano Ossini. A quest’ultimo è stata infatti consegnata dal presidente del Bim Luigi Contisciani la scultura “Silenzio Blu” in terracotta maiolicata realizzata dall’artista locale Barbara Tomassini. Un riconoscimento del grande impegno nella promozione delle meraviglie del Piceno e dell’instancabile passione verso la montagna.

Durante la cerimonia sono state premiate le scuole primarie vincitrici del concorso “Raccontiamo un museo – Premio Antonio Forlini”, le quattro tesi di laurea riguardanti il Bacino Imbrifero del Tronto. Sono state inoltre consegnate le 100 borse di studio agli studenti delle scuole superiori.

Con il Pacchetto Scuola Bim 2018/2019 si sono conclusi diversi progetti scolastici, tra cui “Le Olimpiadi di Lingua Inglese” – giunte alla sesta edizione – per gli studenti del 4° e 5° anno degli istituti superiori, il progetto “S.P.E.E.D: screening e prevenzione della dislessia in età evolutiva” proposto da Centralmente ed esteso quest’anno anche alla scuola dell’infanzia, il progetto “Stop al cyberbullismo” dell’associazione Colombre.

“Come ogni anno, il Bim Tronto continua a garantire il suo sostegno agli studenti e alle famiglie del Piceno, ma anche ai docenti e agli istituti scolastici e ne siamo molto orgogliosi. Questa cerimonia è per tutti noi un momento molto emozionante”, spiega il presidente Luigi Contisciani.

Tutti i premi del Pacchetto Scuola BIM

Il Bim Tronto ha assegnato ben 100 borse di studio per coprire le spese sostenute per rette, trasporto o libri di testo per gli allievi delle scuole medie superiori. Per gli studenti universitari, grazie al bando di laurea per le tesi riguardanti il Bacino Imbrifero del Tronto, sono stati premiati quattro studenti con una somma pari a 6.500 euro (2.500 al primo classificato, 2.000 al secondo e 1.000 ai terzi ex aequo).

Al primo posto Martina Piccinini con “Le donne e il Risorgimento: Giulia Centurelli – Una patriota tra poesia e arte”, al secondo posto Mario Polidori con “Il brigantaggio nell’Italia postunitaria: il caso del brigante Piccioni” e al terzo posto ex-Aequo Stefano Orsolini con “La compensazione forestale: principi, metodi di calcolo e opzioni operative” e Carlotta Lauteri con “Valutazione di uno schema basato sul quality index method in triglie (Mullus Barbatus)”.

Il concorso “Raccontiamo un museo – Premio Antonio Forlini” riservato ai bambini delle scuole elementari, che ha dato la possibilità alle classi coinvolte di conoscere e far conoscere le meraviglie nascoste nei nostri musei, anche quelli più piccoli e meno noti.  Nella Categoria “Efficacia del messaggio” risultano vincitori in ordine: primo posto ex aequo “Apri il piccolo scrigno, prendi il biglietto ed entra nel nostro museo: scoprirai tanti                    tesori”, ISC Falcone e Borsellino (Plesso Villa S. Antonio) classi I-II-III-IV-VA-VB Ascoli Piceno e “Colli del Tronto, museo a cielo aperto” ISC Falcone e Borsellino (Plesso Colli del Tronto), tutte le classi Colli del Tronto. Al secondo posto “Sulle tracce di Antonio Orsini (Ascoli Piceno museo all’aperto)” ISC Ascoli Centro – d’Azeglio (Plesso S. Agostino), classe I/IV sez. unica Ascoli Piceno, al terzo posto “Il nostro museo è unico” IC Rotella (Scuola primaria Castignano), classi III-IV-V Castignano.

Nella categoria “Originalità dei contenuti”, in ordine: al primo posto “Alla scoperta delle meraviglie … nascoste” I.S.C. Centro (Plesso Ragnola), classi IA-IIA-IIIA-IIIB-IVA-VA San Benedetto del Tronto, al secondo posto “Monsampolo: uno scrigno di risorse inattese” I.C. De Carolis (Primaria Stella di Monsampolo), classi IVA/B – VA/B Monsampolo del Tronto, al terzo posto “Raccontiamo un museo” IC Tronto e Val Fluvione (Scuola primaria venarotta), classi III – IV Venarotta.

Nella categoria “Aspetto grafico”, in ordine: al primo posto ex aequo “IBIS REDIBIS” ISC Interprovinciale dei Sibillini, classi IVA/B Comunanza e “Rame… Ragazzi… Raccontano” ISC Interprovinciale dei Sibillini, tutte le classi       Force. Al secondo posto “Un giorno con i Piceni” ISC SUD (Primaria G. Spalvieri), classe VC- VD San Benedetto del Tronto e al terzo posto “Sotto alle volte… il nostro museo itinerante” IC Spinetoli (Scuola primaria Pertini), classe IVA Spinetoli.

Assegnate anche due menzioni speciali per meriti scolastici alle studentesse dell’ISC Interprovinciale dei Sibillini di Comunanza per il progetto di ricerca nazionale “Geometriko” Arianna Dulcini, che ha conquistato il primo posto nazionale, e a Martina Giannini, prima nelle Marche e 34esima nella classifica italiana.

 

open day mete picene

Il 10 e 11 maggio doppio appuntamento di Mete Piceno

Appuntamento, il 10 e 11 maggio prossimi, con gli Open Days Mete Picene, un doppio appuntamento dedicato al Piceno e alla sua pluralità, attraverso un racconto sensoriale rivolto all’intera comunità locale. L’evento è in programma venerdì e sabato 10 e 11 maggio, presso l’Entry Point in Corso Vittorio Emanuele n. 46 ad Ascoli Piceno. Il progetto, lo ricordiamo, è realizzato dal Bacino Imbrifero Montano del Tronto insieme alla Fondazione Cassa di Risparmio di Ascoli Piceno nell’ambito del #masterplanterremoto, in partenariato con Opera Cooperativa Sociale, Piceno DMO e La Casa di Asterione.

Si comincia il 10 maggio, alle ore 16, con il primo fondamentale momento di incontro pubblico e confronto per la presentazione del progetto Mete Picene agli operatori turistici, culturali e istituzionali.

L’incontro, moderato da Barbara Tomassini, sarà aperto dal presidente del Bim Tronto Luigi Contisciani e da Alessandra Marini, membro del Consiglio di amministrazione della Fondazione Cassa di Risparmio di Ascoli Piceno. La progettista Alessandra Panzini di Marchingegno introdurrà la parte dedicata ai partner per poi  entrare nel vivo del confronto, con gli interventi degli specialisti del settore.

Lorenzo Pascali, Amministratore delegato di Hesis, interverrà su “Mercati turistici e destination management”, Antonio Recchi, Direttore Commerciale Criluma Viaggi Soc. Coop., illustrerà le “Strategie di commercializzazione per pacchetti turistici dedicati all’incoming”, Annalisa Trasatti, della Coop. Opera nonché coordinatrice del Museo Tattile Statale Omero, parlerà di “Strategie turistiche di accessibilità per disabili sensoriali”, con un approfondimento nell’ambito della disabilità visiva e il professor Stefano Papetti, curatore scientifico delle Collezioni Comunali di Ascoli Piceno, approfondirà l’aspetto imprescindibile delle reti museali. Il confronto sarà inoltre arricchito dalle testimonianza di due blogger stranieri: l’olandese Olga Bibi Seegar e Derek Barnes, proprietario di B&B, che ha scelto le Marche come regione dove vivere e lavorare, a cui si aggiungeranno le guide local e le dimostrazione live degli artigiani locali.

Infine, si concluderà con una degustazione esperienziale di eccellenze enogastronomiche del territorio.

Si continua il giorno seguente, l’11 maggio dalle ore 15 con “Turismo di senso”, un percorso itinerante sensoriale alla scoperta delle bellezze del centro storico di Ascoli Piceno, accompagnato dalla Casa di Asterione. Una caccia al tesoro dedicata specificatamente a un turismo integrato tra  diversamente abili e normodotati finalizzata alla scoperta della città di Ascoli Piceno attraverso i cinque sensi. I partecipanti saranno condotti, attraverso un gioco di indizi e prove, alla ricerca dei luoghi, dei sapori, degli odori più significativi del centro storico. Ogni tappa privilegerà l’utilizzo di uno dei cinque sensi escludendo, a volte parzialmente, a volte completamente, gli altri. Sarà una divertente occasione per mettersi alla prova sperimentando i limiti e le risorse di ognuno che diventeranno potenzialità da condividere alla ricerca della bellezza estetica gustata in maniera differente.

Affinché il territorio parli una sola lingua, è centrale il coinvolgimento di tutti i portatori di interesse del territorio.

federbim montedinove

Federbim soddisfatta: ai comuni montani 11 milioni di euro

Ai comuni montani andranno 11 milioni di euro per finanziare iniziative di sostegno alle attività commerciali e consentire di implementare servizi a favore del terzo settore. I finanziamenti sono per Piemonte, Valle d’Aosta, Lombardia, Veneto, Friuli Venezia Giulia, Liguria, Emilia Romagna, Toscana, Umbria, Marche, Lazio, Abruzzo, Molise, Campania, Puglia, Calabria, Basilicata, Sicilia e Sardegna.

I fondi sono stati stanziati con un decreto firmato dai ministri per gli Affari regionali e le Autonomie Erika Stefani, dell’Interno Matteo Salvini e dell’Economia e delle Finanze Giovanni Tria.

Sono stati selezionati 407 progetti presentati da comuni e unioni di comuni sull’intero territorio nazionale, di cui 18 pluriennali e ben 389 annuali. L’investimento è pari a 11.197.867 euro, che pesca nel Fondo integrativo per i comuni montani.

I comuni destinatari dei finanziamenti sono quelli classificati come interamente montani, secondo l’elenco Istat. I progetti finanziabili riguardano lo sviluppo socio-economico delle aree per contrastare l’abbandono delle aree montane; in particolare incentivando le offerte commerciali comprendenti servizi diversi, le attività di consegna a domicilio e l’implementazione dei servizi di trasporto.

Soddisfazione viene espressa dalla Federbim, che ha condiviso l’impostazione del provvedimento, contribuendo attivamente per l’ottenimento di questo significativo risultato del quale beneficeranno le popolazioni dei territori montani.

ASSEMBLEA GENERALE DEL CONSORZIO – 25 FEBBRAIO

L’Assemblea generale del Consorzio è convocata in sessione ordinaria nella seduta del 25 Febbraio.

 

bim tronto laboratorio liceo leopardi

Inaugurato il laboratorio multimediale del liceo Leopardi

Sono state inaugurate questa mattina le quindici nuove postazioni informatiche dotate di cuffie e microfono, per un totale di 28 postazioni, del laboratorio multimediale del Liceo Classico Giacomo Leopardi di San Benedetto del Tronto. L’intervento, del valore di 10.000 euro, è stato finanziato dal Bacino Imbrifero Montano del Tronto.

Il laboratorio multimediale dispone oggi, quindi, di 28 postazioni innovative, con pc aggiornati e pronti per la didattica multimediale, che utilizza la dotazione informatica come un ambiente tecnologico innovativo in cui i docenti possano sviluppare e valorizzare da utenti primari le capacità degli studenti, trasmettendo loro conoscenze e competenze.

Le nuove postazioni rivestono un ruolo fondamentale soprattutto nella formazione, nell’apprendimento e nell’esercizio delle lingue, sia moderne come l’inglese e il tedesco, per il cui insegnamento sono stati avviati dei corsi, sia classiche, dal momento che sempre più spesso è possibile trovare in rete registrazioni di conversazioni o di veri e propri brani musicali –ricostruiti, ovviamente- in latino e in greco antico, utili per il consolidamento delle competenze grammaticali.

«Investire nella scuola e nella cultura è linfa vitale per il territorio», ha detto il presidente Luigi Contisciani durante l’inaugurazione del laboratorio «è in essere un altro progetto che unisce scuola e cinema e, a dimostrazione di quanto la scuola sia al centro della missione socio-culturale del Bim Tronto, ogni anno promuoviamo il Pacchetto Scuola Bim con borse di studio, concorsi per le scuole primarie, premi per le tesi di laurea e molti altri interventi».

E per rimanere nel tema informatico, il preside del Liceo Classico Maurilio Piergallini ha anche avviato, in cooperazione con la Biblioteca Comunale di San Benedetto del Tronto, un progetto per dare vita a una banca dati in rete rapidamente accessibile per fornire informazioni e risposte a qualsiasi utente.

Premio Valsecchi 2018, la Federbim indice il nuovo bando

Indetto il nuovo bando di concorso della Federbim per l’assegnazione del premio “Federbim Vaisecchi 2018”. Il tema di quest’anno è “Opera prima (narrativa, saggio) che valorizzi la montagna mettendo in evidenza la simbiosi uomo-territorio”.

Il premio è fissato nella somma di € 9.000, così suddivisi:

  1. 4.000 euro
  2. 3.000 euro
  3. 2.000 euro

L’opera, non anteriore al 2015, deve essere consegnata in cinque copie, in forma cartacea, direttamente a cura dei concorrenti presso la sede di Roma della Federbim oppure spedita per raccomandata postale entro e non oltre le ore 12.00 di giovedì 28 febbraio 2019.

FEDERBIM PREMIO VALSECCHI Bando anno 2018

Documenti Allegati

Mete picene

Masterplan Terremoto, al via Mete Picene

Musei, esperienze, territori: le eccellenze del Piceno, racchiuse nell’acronimo Mete Picene, sintetizzano l’anima del binomio turismo-cultura ben radicato nella sinergia istituzionale ed esperienziale inaugurata dal Sistema Museale Piceno.

Il turismo culturale, quindi, è il perno su cui è costruito il progetto Mete Picene, realizzato dal Bacino Imbrifero Montano del Tronto insieme alla Fondazione Cassa di Risparmio di Ascoli Piceno nell’ambito del Masterplan Terremoto, in partenariato con Opera Cooperativa Sociale, Piceno DMO e La Casa di Asterione. L’iniziativa mira a valorizzare e potenziare la rete del Sistema Museale Piceno, creata dal Bim Tronto nel 2017, per sviluppare un nuovo modello virtuoso di turismo socioculturale nell’entroterra piceno, quale elemento di rinascita economica e superamento degli eventi sismici.

Il progetto interviene su un territorio composto da 17 comuni dell’entroterra piceno che ricadono nell’area del cratere del sisma e nel perimetro del Sistema Museale Piceno: Ascoli Piceno, Acquasanta Terme, Arquata Del Tronto, Castel Di Lama, Castignano, Colli Del Tronto, Comunanza, Cossignano, Force, Montalto Delle Marche, Montedinove, Montegallo, Montemonaco, Palmiano, Roccafluvione, Rotella, Venarotta.

Sono stati individuati 34 musei sui 58 aderenti al SMP, realtà di medio-piccole dimensioni, fortemente eterogenee nei contenuti e autentici presidi territoriali, che riflettono la polisemia e la densità culturale di un paesaggio ricco come quello piceno, dalle aree montane ad Ascoli. Per contare su un sistema di rete il più ampio possibile e per amplificare le ricadute sul territorio, le azioni di promozione riguarderanno anche alcune strutture esterne al cratere, come i musei di San Benedetto del Tronto, fondamentale porta di accesso al territorio per la sua capacità di attrazione turistica.

Nel dettaglio, gli obiettivi del progetto intervengono su tre coordinate fondamentali. La prima è quella museale, per cui si intende creare un’identità culturale che ben rappresenti il territorio piceno, migliorando l’efficienza gestionale e l’efficacia comunicazionale della rete e incrementando il numero di visitatori dei piccoli musei. La seconda coordinata è prettamente turistica e mira all’evoluzione del Sistema Museale Piceno in un sistema integrato di hub di promozione delle realtà enogastronomiche, artigianali e manifatturiere locali e all’ottimizzazione dell’offerta turistica territoriale. Infine, la coordinata territoriale, che vuole creare nuove, stabili e qualificate opportunità di lavoro, migliorare la conoscenza del territorio piceno, promuovendone il patrimonio culturale e naturalistico e le eccellenze agroalimentari e artigianali attraverso il coinvolgimento diretto delle comunità.

La strategia d’intervento fa leva sulla rete del Sistema Museale Piceno e sulla sua integrazione, nel corso dei 24 mesi del progetto, con modelli di gestione che garantiscano una politica comune di servizi, immagine e promozione, resa accessibile a persone con diverse disabilità.

Nel centro storico di Ascoli Piceno, e precisamente in corso Vittorio Emanuele, verrà realizzato un entry-point, concepito come punto di accesso esperienziale multimediale alla rete e al territorio; verranno predisposte azioni di animazione territoriale rivolte a stakeholder e comunità tramite guide locali da formare, saranno individuati e proposti quattro itinerari di visita supportati da azioni di storytelling audiotattile-sensoriale per non vedenti e non udenti e attivati quattro laboratori di mediazione artistica per persone con disabilità.

I PARTNER

Il Bacino Imbrifero Montano del Tronto sostiene la valorizzazione e la promozione del territorio di pertinenza. Nel 2017 ha creato il Sistema Museale del Piceno, coinvolgendo 22 comuni, e attualmente impiega 20 volontari del Servizio civile nazionale nella gestione dei 58 musei aderenti.

La Società cooperativa sociale Opera Onlus è attiva nel campo dell’inserimento sociale e lavorativo di persone svantaggiate operando su tutto il territorio marchigiano. Tra le proprie iniziative Opera progetta, promuove e gestisce servizi e iniziative nei settori culturali, turistici e ambientali.

L’associazione Piceno DMO – Destination Management Organization raccoglie al suo interno comuni, imprese e associazioni del settore turistico del Piceno, svolgendo attività di promozione e commercializzazione delle mete turistiche del territorio.

L’associazione di promozione sociale La Casa di Asterione è impegnata nell’organizzazione e nella promozione di percorsi di formazione e di integrazione sociale attraverso l’uso dell’arte nell’intercultura e nella disabilità, con competenze specifiche nei settori dell’accessibilità e dell’inclusione sociale e culturale.