ASSEMBLEA GENERALE DEL CONSORZIO – 25 FEBBRAIO

L’Assemblea generale del Consorzio è convocata in sessione ordinaria nella seduta del 25 Febbraio.

 

bim tronto laboratorio liceo leopardi

Inaugurato il laboratorio multimediale del liceo Leopardi

Sono state inaugurate questa mattina le quindici nuove postazioni informatiche dotate di cuffie e microfono, per un totale di 28 postazioni, del laboratorio multimediale del Liceo Classico Giacomo Leopardi di San Benedetto del Tronto. L’intervento, del valore di 10.000 euro, è stato finanziato dal Bacino Imbrifero Montano del Tronto.

Il laboratorio multimediale dispone oggi, quindi, di 28 postazioni innovative, con pc aggiornati e pronti per la didattica multimediale, che utilizza la dotazione informatica come un ambiente tecnologico innovativo in cui i docenti possano sviluppare e valorizzare da utenti primari le capacità degli studenti, trasmettendo loro conoscenze e competenze.

Le nuove postazioni rivestono un ruolo fondamentale soprattutto nella formazione, nell’apprendimento e nell’esercizio delle lingue, sia moderne come l’inglese e il tedesco, per il cui insegnamento sono stati avviati dei corsi, sia classiche, dal momento che sempre più spesso è possibile trovare in rete registrazioni di conversazioni o di veri e propri brani musicali –ricostruiti, ovviamente- in latino e in greco antico, utili per il consolidamento delle competenze grammaticali.

«Investire nella scuola e nella cultura è linfa vitale per il territorio», ha detto il presidente Luigi Contisciani durante l’inaugurazione del laboratorio «è in essere un altro progetto che unisce scuola e cinema e, a dimostrazione di quanto la scuola sia al centro della missione socio-culturale del Bim Tronto, ogni anno promuoviamo il Pacchetto Scuola Bim con borse di studio, concorsi per le scuole primarie, premi per le tesi di laurea e molti altri interventi».

E per rimanere nel tema informatico, il preside del Liceo Classico Maurilio Piergallini ha anche avviato, in cooperazione con la Biblioteca Comunale di San Benedetto del Tronto, un progetto per dare vita a una banca dati in rete rapidamente accessibile per fornire informazioni e risposte a qualsiasi utente.

Premio Valsecchi 2018, la Federbim indice il nuovo bando

Indetto il nuovo bando di concorso della Federbim per l’assegnazione del premio “Federbim Vaisecchi 2018”. Il tema di quest’anno è “Opera prima (narrativa, saggio) che valorizzi la montagna mettendo in evidenza la simbiosi uomo-territorio”.

Il premio è fissato nella somma di € 9.000, così suddivisi:

  1. 4.000 euro
  2. 3.000 euro
  3. 2.000 euro

L’opera, non anteriore al 2015, deve essere consegnata in cinque copie, in forma cartacea, direttamente a cura dei concorrenti presso la sede di Roma della Federbim oppure spedita per raccomandata postale entro e non oltre le ore 12.00 di giovedì 28 febbraio 2019.

FEDERBIM PREMIO VALSECCHI Bando anno 2018

Documenti Allegati

Mete picene

Masterplan Terremoto, al via Mete Picene

Musei, esperienze, territori: le eccellenze del Piceno, racchiuse nell’acronimo Mete Picene, sintetizzano l’anima del binomio turismo-cultura ben radicato nella sinergia istituzionale ed esperienziale inaugurata dal Sistema Museale Piceno.

Il turismo culturale, quindi, è il perno su cui è costruito il progetto Mete Picene, realizzato dal Bacino Imbrifero Montano del Tronto insieme alla Fondazione Cassa di Risparmio di Ascoli Piceno nell’ambito del Masterplan Terremoto, in partenariato con Opera Cooperativa Sociale, Piceno DMO e La Casa di Asterione. L’iniziativa mira a valorizzare e potenziare la rete del Sistema Museale Piceno, creata dal Bim Tronto nel 2017, per sviluppare un nuovo modello virtuoso di turismo socioculturale nell’entroterra piceno, quale elemento di rinascita economica e superamento degli eventi sismici.

Il progetto interviene su un territorio composto da 17 comuni dell’entroterra piceno che ricadono nell’area del cratere del sisma e nel perimetro del Sistema Museale Piceno: Ascoli Piceno, Acquasanta Terme, Arquata Del Tronto, Castel Di Lama, Castignano, Colli Del Tronto, Comunanza, Cossignano, Force, Montalto Delle Marche, Montedinove, Montegallo, Montemonaco, Palmiano, Roccafluvione, Rotella, Venarotta.

Sono stati individuati 34 musei sui 58 aderenti al SMP, realtà di medio-piccole dimensioni, fortemente eterogenee nei contenuti e autentici presidi territoriali, che riflettono la polisemia e la densità culturale di un paesaggio ricco come quello piceno, dalle aree montane ad Ascoli. Per contare su un sistema di rete il più ampio possibile e per amplificare le ricadute sul territorio, le azioni di promozione riguarderanno anche alcune strutture esterne al cratere, come i musei di San Benedetto del Tronto, fondamentale porta di accesso al territorio per la sua capacità di attrazione turistica.

Nel dettaglio, gli obiettivi del progetto intervengono su tre coordinate fondamentali. La prima è quella museale, per cui si intende creare un’identità culturale che ben rappresenti il territorio piceno, migliorando l’efficienza gestionale e l’efficacia comunicazionale della rete e incrementando il numero di visitatori dei piccoli musei. La seconda coordinata è prettamente turistica e mira all’evoluzione del Sistema Museale Piceno in un sistema integrato di hub di promozione delle realtà enogastronomiche, artigianali e manifatturiere locali e all’ottimizzazione dell’offerta turistica territoriale. Infine, la coordinata territoriale, che vuole creare nuove, stabili e qualificate opportunità di lavoro, migliorare la conoscenza del territorio piceno, promuovendone il patrimonio culturale e naturalistico e le eccellenze agroalimentari e artigianali attraverso il coinvolgimento diretto delle comunità.

La strategia d’intervento fa leva sulla rete del Sistema Museale Piceno e sulla sua integrazione, nel corso dei 24 mesi del progetto, con modelli di gestione che garantiscano una politica comune di servizi, immagine e promozione, resa accessibile a persone con diverse disabilità.

Nel centro storico di Ascoli Piceno, e precisamente in corso Vittorio Emanuele, verrà realizzato un entry-point, concepito come punto di accesso esperienziale multimediale alla rete e al territorio; verranno predisposte azioni di animazione territoriale rivolte a stakeholder e comunità tramite guide locali da formare, saranno individuati e proposti quattro itinerari di visita supportati da azioni di storytelling audiotattile-sensoriale per non vedenti e non udenti e attivati quattro laboratori di mediazione artistica per persone con disabilità.

I PARTNER

Il Bacino Imbrifero Montano del Tronto sostiene la valorizzazione e la promozione del territorio di pertinenza. Nel 2017 ha creato il Sistema Museale del Piceno, coinvolgendo 22 comuni, e attualmente impiega 20 volontari del Servizio civile nazionale nella gestione dei 58 musei aderenti.

La Società cooperativa sociale Opera Onlus è attiva nel campo dell’inserimento sociale e lavorativo di persone svantaggiate operando su tutto il territorio marchigiano. Tra le proprie iniziative Opera progetta, promuove e gestisce servizi e iniziative nei settori culturali, turistici e ambientali.

L’associazione Piceno DMO – Destination Management Organization raccoglie al suo interno comuni, imprese e associazioni del settore turistico del Piceno, svolgendo attività di promozione e commercializzazione delle mete turistiche del territorio.

L’associazione di promozione sociale La Casa di Asterione è impegnata nell’organizzazione e nella promozione di percorsi di formazione e di integrazione sociale attraverso l’uso dell’arte nell’intercultura e nella disabilità, con competenze specifiche nei settori dell’accessibilità e dell’inclusione sociale e culturale.

Graduatoria dei candidati del Servizio Civile

La graduatoria dei candidati del progetto di Servizio Civile presentato dal Bim Tronto Museo: Pronti, Partenza, Via…

 

Presentato il Pacchetto Scuola Bim 2018/2019

Oltre 150.000 euro per sostenere con convinzione e costanza il mondo scolastico, le famiglie e gli studenti del Piceno. È il Pacchetto Scuola Bim 2018/2019, presentato questa mattina dal Bacino Imbrifero del Tronto, che conferma il contributo dell’ente al sistema scolastico piceno e alla sua comunità mettendo a disposizione 100 borse di studio, premi per le tesi di laurea, progetti scolastici di sensibilizzazione, la sesta edizione delle Olimpiadi d’inglese e i concorsi scolastici per i più piccoli. L’intervento del Bim Tronto vale circa 155 mila euro messi a disposizione a favore del territorio.

Entrando nel dettaglio dei progetti, si comincia dalle scuole primarie, con la conferma del progetto, “S.P.E.E.D: screening e prevenzione della dislessia in età evolutiva” proposto da Centralmente ed esteso quest’anno anche alla scuola dell’infanzia, che mira all’individuazione precoce dei disturbi dell’apprendimento. Sempre rivolto ai piccoli, il concorso “Raccontiamo un Museo” – Premio Antonio Forlini” darà la possibilità alle classi coinvolte di conoscere e far conoscere alle famiglie, alla comunità scolastica e a tutta la cittadinanza le meraviglie nascoste nei nostri musei, anche quelli più piccoli e meno noti. Per gli studenti delle scuole medie c’è il progetto “Stop al cyberbullismo” dell’associazione Colombre, finalizzato alla prevenzione del cyberbullismo e alla crescita della consapevolezza del fenomeno. Per gli istituti superiori, al via la sesta edizione delle Olimpiadi dell’Inglese, interamente finanziate dal Bim Tronto e ideate dal Centro Studi Alpha (Csa), dedicate agli studenti del 4° e 5° anno. L’obiettivo è alzare le competenze linguistiche e accedere all’esame per il conseguimento della Certificazione Internazionale in lingua inglese dell’università di Cambridge PET e FCE, premiando i 12 migliori allievi con un percorso di formazione linguistica completamente gratuito. Questi ultimi usufruiranno infatti di un viaggio-studio di due settimane all’estero in una capitale europea tra quelle che hanno l’inglese come lingua ufficiale.

Confermate le 100 borse di studio per coprire le spese sostenute per rette, trasporto o libri di testo per gli allievi delle scuole medie superiori, in particolare 75 sussidi saranno del valore di 300 euro e 25 di 500 euro per l’ultimo anno. Per l’università c’è il bando di laurea 2018 per premiare le migliori tesi riguardanti il Bacino Imbrifero del Tronto. Ai primi tre elaborati sarà assegnata una somma pari a 5.500 euro (2.500 al primo classificato, 2.000 al secondo e 1.000 al terzo).

Gli interventi predisposti dall’ente non finiscono qui. Per l’Istituto d’Istruzione Superiore – Liceo Classico Leopardi di San Benedetto del Tronto, il Bim Tronto provvederà all’ampliamento e ammodernamento dell’aula multimediale e all’acquisto di LIM; per il Liceo Scientifico Statale “B. Rosetti” di San Benedetto del Tronto è previsto l’acquisto di PC e tablet per la realizzazione del progetto A-Level – potenziamento lingua inglese con applicazione didattica digitale innovativa. Ancora, per l’Istituto Comprensivo Nord di San Benedetto del Tronto, l’ente sostiene l’istituzione di una nuova sezione a indirizzo Montessori della Scuola Primaria per questo anno scolastico. Infine, in compartecipazione con la Provincia di Ascoli Piceno, il Bacino Imbrifero del Tronto ha sostenuto il Progetto Erasmus+ che coinvolge ben 100 ragazzi, concedendo un contributo per ciascun beneficiario di borsa di studio/ lavoro residente in uno dei comuni di propria competenza e frequentante un istituto tecnico e professionale del territorio provinciale.

“La scuola e la cultura sono i due ambiti di intervento di cui siamo più orgogliosi. Ogni anno costruiamo il Pacchetto Scuola assieme a chi lavora in prima linea nel mondo scolastico e sociale affinché la nostra azione sia concreta e propulsiva e, soprattutto, sia connessa in modo reale con il territorio”, spiega il presidente Luigi Contisciani.

Museo_ Pronti, Partenza, Via…

Selezione dei candidati del bando di Servizio Civile: tutte le date

Decise le date per la selezione dei candidati del progetto di Servizio Civile presentato dal Bim Tronto Museo: Pronti, Partenza, Via…

Per il giorno 24 ottobre 2018 dalle ore 15 alle ore 18 risultano convocati:

  • Agostini Laura
  • Angelini Jacopo
  • Capponi Claudio
  • Chiericoni Stefano
  • Ciabò Cinzia
  • Colocci Valeria
  • Dionisi Beatrice

Per il  25 ottobre 2018 dalle ore 9 alle ore 13:

  • Farina Stefano
  • Francescangeli Amedeo
  • Gentili Flavio
  • Gesué Simone
  • Giustozzi Aurora
  • Laurenzi Gaia
  • Lupi Emanuele
  • Mazzoni Stefano
  • Micek Arkadiusz Marek

Per il giorno 25 ottobre 2018 dalle ore 15 alle 18,30 sono convocati:

  • Montani Francesco
  • Nardini  Veronica
  • Nicolai Luana
  • Pascucci Moreno
  • Pasqualini Maurizio
  • Pompilio David
  • Romanzini Andrea
  • Sagin Sercan

Per il giorni 26 ottobre 2018 dalle 15 alle 18 sono convocati:

  • Santamaria Vincenzo
  • Scarafile Matteo
  • Somai Federica
  • Tarantini Valentina
  • Traini Alice
  • Valenti Maria Grazia
  • Vigiani Michela

Tutti i candidati saranno contattati telefonicamente per il colloquio e dovranno essere muniti del documento di identità valido.

COLLOQUI PER SELEZIONE CANDIDATO PROGETTO MUSEO PRONTI, PARTENZA, VIA..

 

Servizio Civile Marche

Museo: Pronti, Partenza, Via !!! Bando per la selezione di 20 volontari

Bando per la selezione di 20 volontari da impiegare in progetti di servizio civile nazionale nella Regione Marche progetto presentato dal BIM TRONTO” Museo: Pronti, Partenza, Via…

Scadenza: 28/09/2018  Sono accolte le domande spedite con raccomandata o tramite PEC entro le ore 23:59 del 28/09/2018. Per la consegna a mano invece  il termine è fissato alle ore 18:00 del 28 settembre 2018; l’ente apporrà sulla domanda un timbro recante data e orario di acquisizione.

Il termine “l’invio” significa che è considerato valido il timbro dell’Ufficio Postale di invio della domanda o l’orario di spedizione della PEC e non la data di ricezione presso l’Ente.

Si avverte che le date  e gli orari di selezione saranno comunicati successivamente per telefono, mail e saranno pubblicati su questo sito.

Nella Sezione Dedicata sono presenti il testo del Bando, l’elaborato progettuale ” MUSEI DEI BORGHI PICENI”, LO SCHEMA DI DOMANDA (ALLEGATO 3), LA DICHIARAZIONE DEI TITOLI (ALLEGATO 4) e l’informativa sulla Privacy  (Allegato 5)

Vai Alla Sezione Dedicata >>

 

Indagine di mercato del BIM Brenta

Pubblicato l’avviso per un’indagine di mercato per manifestazione di interesse a partecipare ad una procedura a trattativa diretta per l’affidamento del servizio di redazione di linee guida e  manuale per una rete di malghe sostenibile nel territorio ricompreso nel Bacino Imbrifero Montano del Consorzio B.I.M. Brenta.

Avviso prot. n. 850 dd. 07.08.2018

All. 1 – avviso manifestazione interesse 2018 Avviso prot. n. 850 dd. 07.08.2018

 

CONSEGNA KIT TELECARDIOLOGIA 2018

Il Bim rilancia il progetto di Tele cardiologia per le zone montane

Si rinnova il sostegno al Progetto di Tele cardiologia, ampliando ulteriormente il servizio rispetto alla precedente edizione. Lo scorso 2 luglio sono stati infatti consegnati all’Asur Area Vasta n. 5 – Zona Territoriale 13 – 7 elettrocardiografi con network HTN, in comodato d’uso gratuito per cinque anni.

Alla consegna, avvenuta presso la sede dell’ente, erano presenti i medici di medicina generale dei Comuni coinvolti e la dottoressa Giovanna Picciotti, direttore della Macroarea Asur Territoriale 13.

L’obiettivo principale del progetto rimane quello di garantire qualità e accessibilità alle cure sanitarie, con particolare attenzione alle zone montane e alla popolazione più anziana. Il Progetto di Telecardiologia nasce nel 2011 per volontà del Bim Tronto, in collaborazione con i Medici di Medicina Generale della zona montana e con l’Asur 13 di Ascoli, interessando un territorio montano molto esteso.

Arquata del Tronto, Acquasanta Terme, Montegallo, Roccafluvione, Venarotta, Palmiano, Castignano, Force, Rotella e Comunanza sono stati i primi comuni interessati dall’iniziativa: zone montane caratterizzate da sempre da collegamenti viari complessi e percorrenze difficili soprattutto durante i mesi invernali. La popolazione di queste aree, dal 2011 a oggi, ha così potuto effettuare i necessari controlli a distanza senza faticosi spostamenti, sottoponendosi a oltre 1000 prestazioni di telecardiologia.

Grazie alla Telecardiologia, infatti, il medico può registrare un elettrocardiogramma a 12 derivazioni ovunque e in qualsiasi momento del giorno o della notte. L’elettrocardiografia si realizza
“in tempo reale” mediante un device che registra e invia, in modalità digitale wireless, il tracciato elettrocardiografico al dossier sanitario personale dell’utente, nella SmartTelemedicine Platform HTN.

“Esigenze di primaria importanza che hanno spinto il Bim a sostenere con convinzione il Progetto fin dall’inizio e a rilanciarlo oggi, in difesa della popolazione montana, molto anziana
e particolarmente fragile soprattutto dopo gli eventi sismici, che va dunque sostenuta e difesa. Il servizio di Telecardiologia in questi anni si è dimostrato molto efficace sia in situazioni di
emergenza sia in ambito diagnostico, confermandosi un innovativo modello di gestione clinica per molte patologie croniche, come il diabete, l’ipertensione, la cardiopatia ischemica e
lo scompenso cardiaco”, spiega il presidente del Bim Luigi Contisciani.

I sette apparecchi di telesoccorso consegnati saranno collocati presso le seguenti strutture:

  1. Struttura Assieme ad Arquata del Tronto per i MMG Paolini e Leoni
  2. Ambulatorio dei MMG Magi e Natalini ad Acquasanta
  3. Medicina di Gruppo di Roccafluvione (ne usufruiranno anche gli assistiti dei comuni di Montegallo e Palmiano) per i MMG Mariano, Di Fabio e Orsini
  4. Ambulatorio medico infermieristico di Venarotta per i MMG Paolini e Mariano
  5. Poliambulatorio di Comunanza (ne usufruiranno anche gli assistiti dei comuni di Force, Rotella e Montemonaco) per i MMG Maddalena, Vallesi, Liberati, Gaspari e Pucci
  6. Ambulatorio medico di Maltignano per dr. Stramenga
  7. Ambulatorio di Castignano del dr. Acciarini Marco.